La scala storica della cantina "Cricova"


Inizio storico

La storia dell’azienda vinicola “Cricova” inizia nel 1952 quando la Moldavia faceva parte dell’Unione Sovetica; in quel periodo le autorità si sono scontrate con un grande problema che riguardava la maturazione delle uve e il deposito del vino. Dopo una lunga ricerca due grande viticoltori, Pietru Ungureanu e Nicolae Sobolev hanno proposto di utilizzare le gallerie che erano rimaste inutilizzate dopo l’estrazione del calcare (che era servito per la costruzione di edifici e case a Chisinau, Balti, Cricova e in altre città della Moldavia). Ancora si continua l’estrazione del calcare che permette la crescita di questa grande città sotterranea. Dopo non molto tempo si è constatato che i vini prodotti a Cricova, e maturati sottoterra, hanno delle qualità eccezionali.

Il presente

Il complesso vinicolo “Cricova” ha subito molti cambiamenti che gli permette di utilizzare una tecnologia moderna nella produzione di vini. Questo gli permette di avere una grande varietà di vini per soddisfare le richieste del mercato. Il marchio “Cricova” è molto prestigioso, è un nome conosciuto anche all'estero.

Dal 2003 con una legge il Parlamento moldavo ha inserito il complesso vinicolo “Cricova” nel Patrimonio Culturale-Nazionale della Moldavia.

Vigneti

Il complesso vinicolo “Cricova” è situato al centro della Moldavia ma grazie ai terreni che detene sul territorio moldavo ha la possibilità di controllare tutto il processo di produzione iniziando dalla coltivazione di uva fino al raccolto e alla produzione di vino. Questo vasto territorio è situato in diverse zone climatiche che gli permette di avere una grande varietà di viti.

“Cricova”, anche se ha una tecnica moderna per lavorare i terreni, quando arriva il periodo di raccolta dell’uva usa la tradizionale raccolta manuale per non danneggiare i grappoli. Coltivano i vigneti rossi e bianchi come; 

rossi:

1. Cabernet

2. Merlot

3. Codru

4. Pinot Noir

bianchi:

1. Pinot

2. Sauvignon,

3. Rkatiteli

4. Aligote

Grazie alla cantina che si trova sotto terra, che permette un clima naturale, il complesso industriale “Cricova” gode di un ottimo clima per la produzione di vini di alta qualità. La produzione inizia dalla raccolta, una volta finita la prima fase passa alla seconda, che si chiama la fase di produzione e si svolge nella cantina dove la temperatura media è di +10/+12 °C e l’umidità dell’area è del 97-98%. Queste sono condizioni ideali per la conservazione di oltre 30 milioni di litri di vino di qualità. L'umidità è molto importante in questa fase: più è alto il livello di umidità più è basso il rischio di perdita del vino.

Il vino matura il suo procedimento nelle botti di quercia, usate per la produzione di vini tranquilli, e altre più piccole di metallo, usate invece per i vini spumanti.

Laboratorio

E’ stato fondato nel 1952; il complesso industriale “Cricova SA” è accreditato dalle Organizzazioni Internazionali per lo Standard qualitativo e lavora in collaborazione con standard globali SN, EN, ISO/CEI.

Il laboratorio è dotato di una tecnica moderna e di personale qualificato per rispettare gli standard internazionali e nazionali, e che permette anche di sperimentare le nuove marche.