REPUBBLICA MOLDAVIA

Il fascino della Moldova (Moldavia)

La Moldova è parte integrante dell'Europa e ha una ricca storia.

Essa è situata nella zona di contatto tra i diversi popoli e le diverse etnie culturali e storiche e nel corso dei secoli diverse tradizioni culturali si sono fuse armoniosamente.

Sul territorio della Repubblica Moldova ci sono numerosi monumenti storici e archeologici (circa otto mila), il cui valore culturale e storico, nel contesto dei valori umani generali d'Europa, è importantissimo.

Conquistata dagli antichi romani, con il dissolvimento dell'impero fu terra di conquista dei popoli migratori (Goti, Unni, Slavi).

Dal l812 al 1918 era una provincia dell'Impero russo.

Dal 1918 fino al 1940, venne annessa alla Romania.

Durante la seconda guerra mondiale diventa una repubblica dell'URSS, sino al suo dissolvimento.

Il 27 agosto 1991, la Repubblica Moldova è diventata uno stato indipendente e sovrano.

 

Informazioni geografiche

La Moldova è situata nell'Europa centrale, a nord-est dei Balcani, e ha una superficie di 338.435 km2.

La capitale è Chisinau.

A nord, ad est e a sud è circondata da Ucraina; ad ovest è separata dalla Romania dal fiume Prut.

La lunghezza totale del confine nazionale è 1.389 km, di cui 939 km con l'Ucraina e 450 km con la Romania.

La Repubblica Moldova è parte dei paesi del bacino del Mar Nero. Con essi e con gli Stati danubiani mantiene rapporti commerciali reciprocamente vantaggiosi.

Il suo confine meridionale si estende vicino al Mar Nero, lasciando la riva del mare si può accedere attraverso il Dniester e il Danubio.

Sul territorio della Moldova vi sono numerosi laghi.

In Moldova sono circa 2.200 sorgenti naturali.

La flora della Repubblica Moldova è ricca e comprende più di 5500 specie di piante selvatiche.

La fauna della Moldova è relativamente ricca e variegata. Nel paese vi sono più di 15.500 specie di animali tra cui 461 specie di vertebrati e più di 15.000 specie di invertebrati. I vertebrati sono rappresentati da 70 specie di mammiferi, 281 specie di uccelli, 14 specie di rettili, 14 specie di anfibi e 82 specie di pesci. Vi è il pipistrello lungo (Plecotus auritus), il riccio comune (Erinaceus europaeus), la talpa europea (Talpa europaea), lo scoiattolo comune (Sciurus vulgaris), il coniglio comune (Lepus europaeus), la volpe comune (Vulpes vulpes), il cervo (Capreolus capreolus), il cinghiale (Sus scrofa), il tasso (Meles Meles), la faina (Martes foina), la puzzola europea (Mustela putorius) e la donnola (Mustela nivalis).

 

 



CHISINAU CAPITALE DELLA MOLDOVA


Comune di Chisinau

 

CHISINAU-capitale della Moldavia

Posizione geografica: 47.021 latitudine nord a est 280501 longitudine

Chisinau è un importante punto amministrativo, politico, economico, scientifico, culturale e del turismo della Repubblica di Moldova.

Data del primo documento del nome del Kishinev risale il 17 luglio 1436.L’origine del nome viene attribuita alla coesione di due parole dell’antico moldavo chișla nouă che vuol dire “sorgente nuovo” – secondo una delle leggende della nascita della città, da alcuni monaci ortodossi viene trovata una sorgente d’acqua, vicino a cui viene costruita la Chiesa di San Masaracchio, la presenza della sorgente sarebbe stato l’incentivo alla fondazione del centro abitato.

La città è situata su 7 colli e si estende su 120 Km.2 una popolazione di Chisinau è superiore a 752,5 mila abitanti. Chisinau è attraversato da fiumi e Isnovat Bic. Il clima è temperato - continentale. Come è suddiviso in 5 settori: Centro, Buiucani, Botanica, Riscani e Ciocana. Nella zona di Chisinau, composto da 18 territoriali amministrative: 1 comune, 6 comuni, 8 comunità e 3 villaggi. Il locale è stato il municipio di Chisinau.

Storia

Chișinău sorse nel 1436 come villaggio di un monastero del principato di Moldavia che, dall'inizio del XVI secolo cadde sotto l'influenza dell'Impero ottomano. All'inizio del XIX secolo era un piccolo villaggio di 7.000 abitanti. Nel 1812 fu ceduta dai turchi all'Impero russo che la rese il centro del Governatorato della Bessarabia. La sua popolazione era cresciuta a 92.000 abitanti nel 1862 e a 125.787 nel 1900. Nel 1871 Chișinău venne unita con una ferrovia alla città di Tiraspol. Quattro anni dopo venne aperta, in preparazione alla guerra russo-turca, la ferrovia per la città rumena di Iasi. Nel tardo XIX secolo, specialmente a causa del crescente sentimento antisemitico in Russia e Polonia, molti Ebrei scelsero di stabilirsi a Kisinev, fino a divenire nell'anno 1900 il 43% della sua popolazione.

Il 6–7 aprile del 1903 Chișinău fu teatro di un violento pogrom contro la popolazione ebraica della città. Circa 49 persone rimasero uccise, 500 furono ferite e centinaia di proprietà di ebrei andarono saccheggiate e distrutte. Il 19–20 ottobre del 1905 si verificò in città un altro pogrom che costò la vita a 19 ebrei.

Dopo la prima guerra mondiale la città passò sotto il controllo del Regno di Romania. Nel 1940 fu occupata dall'armata rossa a seguito del Patto Molotov-Ribbentrop e riannessa all'URSS, divenendo la capitale della Repubblica Socialista Sovietica Moldava, una delle sue quindici repubbliche costitutive. A seguito dell'Operazione Barbarossa le truppe romene, coadiuvate da quelle tedesche, rioccuparono temporaneamente la città, per poi perderla definitivamente nell'estate-autunno 1944. Durante la seconda guerra mondiale Chișinău venne quasi interamente rasa al suolo dai bombardamenti e dai combattimenti. Nel dopoguerra la città venne ricostruita secondo il progetto dell'architetto Alecsei Victorovici Sciusev. La popolazione crebbe in maniera rapida e l'amministrazione sovietica iniziò ad edificare numerosi edifici pubblici e privati in stile stalinista. Negli anni sessanta vennero costruiti numerosi blocchi di abitazioni popolari, dal dubbio gusto estetico, che ancora oggi dominano le periferie di Chișinău. Nel 1977 venne danneggiata da un violento terremoto.

Nel 1991 Chișinău è capitale della Repubblica Moldava indipendente dall'URSS.

 

Le feste in Moldavia,Cisinau:

14 ottobre.

 

1 gennaio Capodanno

7 gennaio Natale

8 marzo giornata internazionale della donna

Giornata Internazionale 1 Maggio giorno del lavoratore

9 maggio Giornata de la Victoria

27 agosto Giorno di indipendenza

31 Agosto La nostra lingua

 

Le città principali sono la capitale della Moldavia Chisinau (oltre 755.140 abitanti)

 

Lingue

Secondo la Costituzione, la lingua di Stato della Moldavia è moldava, funzionante su l'alfabeto latino. Come una lingua di Stato, la lingua viene utilizzata in tutte le politiche, i settori economici, sociali e culturali, in connessione con questo, il linguaggio di comunicazione etnica nella repubblica.

La lingua di lavoro in seno agli organi del potere statale, l'amministrazione statale e gli enti pubblici è la lingua ufficiale. È assicurata la traduzione in russo.

La lingua russa è utilizzato con la Repubblica di lingua moldava come lingua di comunicazione.

Repubblica di Moldova garantisce l'utilizzo di ucraino, russo, bulgaro, ebraica, la lingua zingara altri gruppi etnici che risiedono nel territorio della Repubblica, per soddisfare le loro esigenze nazionali e culturali.

Spesso parlate lingue straniere, in particolare quelli sono inglese, francese,

tedesco e italiano.