CULTURA E ARTE MOLDOVA CHISINAU


Cultura e Arte

In Moldavia vi è una vasta gamma di attività culturali: letteratura, teatri, musica, architettura, cinema, etc..

La passione per la musica è evidenziata da tre istituzioni: la Filarmonica Nazionale "Sergei Lunchevici” (2 sale da concerto, orchestra sinfonica, coro cappella, canti popolari), ”Organ Hall” (orchestra da camera e coro da camera), ”National Palace” (danza popolare e artistica).

La Moldova ha un totale di 22 istituzioni di spettacolo: di cui 18 teatri drammatici e un teatro d'opera e balletto.

17 si trovano nella capitale e 5 in altre località.

Le più importanti compagnie teatrali partecipano con successo a festival all'estero e a manifestazioni internazionale organizzate in Francia, Italia, USA, Russia, Giappone, Cina, Romania e altri paesi.

 

Il termine "belle arti" utilizzato in Moldova comprende tre generi: pittura (monumentale e cavalletto), grafica (cavalletto, libri, poster, pubblicità e altri) e scultura (di plastica "en ronde-bosse", bassorilievo, etc.).

Negli ultimi anni, in Moldova è apparso "strutture", "video arte", "scultura cinetica", "computer grafica", "body art", "performance" ed altro.

L'arte popolare è rappresentata in una varietà di generi, tipi e specie. La maggior parte di essi rientrano nell'ambito di applicazione delle "arti decorative”: ceramiche, tappeti, popolare, abiti tradizionali, in pietra e legno, cuoio, vimini, metallo, giocattoli folk, etc.. I luoghi a ciò dedicati sono il Centro Esposizioni "Constantin Brancusi", il Museo Nazionale delle Arti, le gallerie e le mostre private.

 

 


Museo Nazionale di Storia della Moldavia

Museo Nazionale di Storia della Moldavia

Città di Chisinau


Indirizzo str 31 agosto 1989, 121-A


Orario

estivo 10.00 - 18.00,    invernale 9.00 - 17.00,

Venerdì chiuso.


Telefono (373-22) 24-43-25, 24-36-77


Fax (373-22) 24-36-77


E-mail: museum@araxinfo.com


Visite guidate in Russo, Moldavo


Informazioni sulle mostre: Moldavo

 

Più di 263 mila reperti, tra cui oltre 165 mila pezzi originali del patrimonio nazionale moldavo.

 

Il museo è situato nel centro storico di Chisinau, che sorge di fronte al monumento "Lupoaicii Latino" di Romulus and Remus, la copia dei gemelli fondatori di Roma.

Ogni anno all'interno del museo sono organizzate 15 mostre tematiche, che sono i principali eventi scientifici in Moldova. Il museo è strutturato in diverse sezioni: Archeologia e Storia Antica, Storia Medievale, Storia della Bessarabia, Storia Contemporanea, tesori.



STORIA DEL MUSEO Nazionale di Storia della Moldavia


Il Museo Nazionale di Storia Moldava è situato nel centro storico della capitale moldava Chisinau. Una costruzione multifunzionale costruita nel 1837 dall'architetto Simsko Savoïsky inizialmente destinata al presidio comunale. Dal 1842, la costruzione si è trasformata nella sede dell'università regionale per i ragazzi, successivamente in un ospedale militare. Nel 1862, la costruzione venne distrutta a seguito di un incendio. Il lavoro seguente di ricostruzione subì dei cambiamenti radicali nella struttura. Il museo nazionale di storia di Moldava, venen istituito nel 1983. Dall'anno 1991, il museo include le collezioni militari e, alcuni musei dopo il crollo del modo sovietico, divenne un centro di studi scientifici, di storia del partito comunista moldavo e della tipografia illegale del giornale comunista “Iskra„. Una collezione di 250.000 pezzi, diviso in cinque sezioni: la sezione archeologica, Arte, Storia, Eventi commemorativi. Il nucleo del museo è costituito dalle sezioni archeologiche e di storia antica, Storia medioevale, Storia della Bessarabia, Storia contemporanea e tesori nazionali. L'esposizione delle vestigie antiche e medioevali scoperte sui luoghi archeologici di Orheiul Vechi hanno valore storico e culturale eccezionale. Il primo oggetto storico scoperto dagli archeologhi sul territorio moldavo è collegato con le pratiche magiche e religiose. Si tratta di un amuleto d’avorio di 35.000 anni prima dell’avvento di Cristo, rinvenuto in una caverna di Brinzeni. Altre importanti scoperte del periodo paleolitico, trovate nelle zone di Cosauti, riguardano una statuetta antropomorfica, un frammento di una statuetta, e varie parti in osso e avorio decorato con le incisioni (meandri e spirali) che riportono a 22 mila anni prima dell’avvento di Cristo. 


FOLCLORE

Il folklore moldavo ha una forte base di servizio Daco-latino e include un sistema di credenze popolari e di costumi, con conseguente musica e danza, poesia orale e prosa, mitologia, rituali, teatro popolare, etc..


BENI CULTURALI

Nella Repubblica Moldova è stato conservato, ed è diffuso nel territorio, un importante patrimonio culturale di grande valore: siti archeologici, case, palazzi, castelli, monasteri e chiese, opere d'arte.

Il patrimonio culturale mobile è detenuto da 87 musei del Paese, di cui cinque musei sono direttamente dipendenti dal Ministero della Cultura e del Turismo, e 66 da enti locali.

Vi sono circa 700.000 opere appartenenti alla storia e alla cultura nazionale e mondiale.

Il patrimonio archeologico della Repubblica Moldova è ricco di opere d'arte. Sono stati ritrovati campioni di scultura dell'età del tardo paleolitico.

La cultura della ceramica ”Cucuteni-Tripoli" del periodo neolitico è conosciuto in varie località della Repubblica di Moldova e ha innegabili aspetti artistici, che rappresentano tutta una mitologia per immagini.


 

MINORANZE ETNICHE

In Moldova ci sono molti gruppi di diverse etnie.

Le 18 minoranze - ucraini, russi, bulgari, gagauzi, ebrei, bielorussi, polacchi, tedeschi, zingari, greci, lituani, armeni, azeri, tartari, Chuvash, italiani, coreani, uzbeki - agiscono attraverso associazioni che operano sotto forma di comunità, sindacati, centri, fondazioni culturali, etc..

Il principio di uguaglianza e di universalità, insito nella legislazione, consente alle minoranze etniche di sviluppare la loro cultura e le loro arti nazionali.